SILVIA GRECO in TOUR con SPRITZ LETTERARIO

Silvia Greco e il suo romanzo d’esordio Un’imprecisa cosa felice [Hacca Edizioni] in Veneto con Spritz Letterario

Perché un tour di tre date? Perché la felicità, il tragicòmico, la dolcezza, la poesia e tutto il resto che c’è tra queste pagine, vogliamo condividerli con tanti lettori!

L’abbiamo conosciuta al Book Pride di Milano e ci ha fatto ridere, riflettere, bere, parlare… lettera e testamento.

Al Book Pride. È la seconda da sinistra; la quarta è la sua editrice

ECCO LE TRE DATE VENETE IN APRILE

GIOVEDÌ 6 > libreria Zabarella – PADOVA – ore 19:00

 

VENERDÌ 7 > Francy’s coffee & soul kitchen – MESTRE – ore 18:00

 

SABATO 8 > enoteca culturale Matteotti – VICENZA – ore 18:30

 

Partecipazione libera / info@spritzletterario.com


UN’IMPRECISA COSA FELICE
Quando gli oggetti a noi più cari si spezzano, si ammaccano, smettono di funzionare, di colpo diventiamo immobili e tristi. Ma cosa succede quando sono le persone a rompersi, magari in modo ridicolo, assurdo, con partenze stupide e improvvise? Un’imprecisa cosa felice racconta, facendoci sorridere e commuovere, gli imprevedibili risvolti nelle vite strampalate di Marta, di suo zio Ernesto e di Nino. Storie di chi resta e non si arrende al dolore, di chi riesce, nonostante tutto, a farsi accecare dalla meraviglia. Specie se fuori ci sono un prato verde e un sole buono a scaldare.

SILVIA GRECO
è nata a Genova nel 1972, vive da sempre a Torino, dove lavoracome impiegata assicurativa. Durante l’università è stata redattrice del “Baretti”, rivista letteraria di ateneo, in cui si è occupata prevalentemente di poesia; successivamente ha fondato, insieme a due amiche, il trio cabaret “Le Spaventapassere”, con cui ha calcato i palchi di tutta la penisola.
A Torino ha gestito, insieme ad alcuni amici storici, il circolo arci “Pueblo”, per anni riferimento per le attività artistiche, sociali e ricreative della città. Recentemente, come un vagabondo che ritorna a casa dopo essersi riempito gli occhi di mondo, è tornata alla scrittura. Questo è il suo primo romanzo.