Manifesto

 Spritz Letterario è un’associazione culturale di scriventi, non scrittori, con finalità ludiche di promozione alla cultura letteraria.
 Spritz Letterario è radicato nel territorio veneto, con base a Vicenza dal 2008, ma disponibile a muoversi, se invitato, nei limiti nazionali.
 Quel Veneto industriale, in bianco e nero, con varie sfumature di grigio, che produce 24h su 24h, nel quale l’unica tonalità “foresta” ammessa è l’arancione spritz.
 Spritz Letterario è aperto a tutti. Si diletta a narrare del suo territorio e della vita quotidiana, senza affiliazione ad un genere letterario specifico, in forma breve, della durata di un aperitivo, quello veneto per eccellenza: lo spritz. Si raduna in forma fisica ogni quindici giorni, nei bar della città dove tra un bicchiere e l’altro, in mezzo alla gente, costruisce storie, legge racconti, organizza atti di pirateria culturale.
 A volte si materializza nelle piazze, dai barbieri, in biblioteche o in librerie, per far vivere i libri ovunque ci sia vita e un po’ di speranza.
 Spritz Letterario sfoga la sua natura ludica inventando giochi di piazza, coinvolgendo i presenti e facendo parlare di sé agli assenti.
 Partecipa a festival letterari, portando gioia e cultura, spritz e libri.
 Spritz Letterario è anche editore, di racconti sotto i ponti, di libri effervescenti, di storie del Nord Est che distribuisce e presenta in maniera informale.
 Spritz Letterario è e resterà, contrario ad ogni forma di elite intellettuale. Pensa che chi legge meriti parole degne del suo tempo e chi scrive, ne sia consapevole.
 Spritz Letterario, catturato dalla rete, si esprime anche in forma social-mente utile, dal blog a Twitter, dalle mail a Facebook, per restare sul pezzo e non nel pozzo, sterile e inutile delle idee non condivise.